La città
"Là  dove l'Adriatico già promette lo Ionio e perde il verde acidulo sotto le squame d'un azzurro tiepido e denso, questa città che nessuno celebra, Trani, eleva un duomo alto come un'acropoli e una torre che ne misura la distanza dal cielo", con queste parole Cesare Brandi, storico dell'arte, descrive Trani.
Le origini della città sono antichissime, si parla infatti di ritrovamenti archeologici che risalgono all'età del bronzo e del ferro.  Trani in epoca romana è inserita nella Tabula Peuntigeriana, copia medievale di uno  stradario dell'antica Roma, sotto il nome di Turenum. Questo nome risulta essere legato a Tirreno, figlio di Diomede, eroe della mitologia greca, che secondo una leggenda avrebbe fondato la città. Nel Medioevo Trani fu un importante porto commerciale con l'Oriente e con i paesi del Mediterraneo; da qui partivano anche i Crociati per la Terra Santa. Godendo in quel periodo di autonomia amministrava ed essendo autosufficiente e capace di darsi delle proprie leggi, nell'anno 1063 vennero redatti gli "Ordinamenta Maris", il più  antico codice marittimo del Medioevo.
Successivamente Trani si affermò in campo amministrativo e giuridico, fu capoluogo di Terra di Bari dal 1586 al 1808 e fu sede della Corte d'Appello delle Puglie fino al 1923. Importante centro religioso, la sua Arcidiocesi è tra le più antiche d'Italia. In passato Trani ha richiamato anche personaggi illustri come re Vittorio Emanuele III, il principe Umberto di Savoia, il kaiser Guglielmo II e in tempi recenti, re Gustavo Adolfo di Svezia, i reali di Belgio, i principi inglesi Carlo e Diana  e il presidente della Repubblica Federale Tedesca  Richard Von Weiszacker.
Trani, caratterizzata da una posizione geografica centrale sulla costa adriatica pugliese è l'ideale punto di partenza per  raggiungere importanti mete turistiche nei dintorni. In estate la città, che è anche centro balneare, si anima dando vita alla  "movida".
Il suo centro antico è ricco di arte e di storia. Famosa è" la pietra di Trani", conosciuta sin dall'antichità, utilizzata per i monumenti e l'edilizia. Importante è anche il " Moscato di Trani", apprezzato sin dall' epoca romana. Oggi, capoluogo della nuova sesta provincia della Puglia, insieme a Andria e Barletta, conta circa 55.000 abitanti.
Monumenti
Gli eventi

Foto della città
Viale Centrale della Villa Comunale
Porto
Una via del centro storico
La Cattedrale
Villa Comunale
Lungomare Cristoforo Colombo
La Cattedrale
Veduta dal Campanile della Cattedrale
La spiaggia di notte
Veduta dal Fortino della Villa Comunale